Quando il pubblico diventa influencer e avvantaggia il tuo business

Giovani, donne e netizen: il target funzionale

Digital.

Quando il pubblico diventa influencer e avvantaggia il tuo business

Giovani, donne e netizen: il target funzionale

Digital.

Il comportamento del cliente durante un processo d’acquisto varia in base a moltissimi fattori e tiene conto di svariate sfaccettature, dalle più generali come età, sesso o latitudine a quelle più specifiche come invece abitudini, stili di vita e gusti personali.

Ogni utente, come sappiamo, conduce una vita in rete unica e particolare, cucita su misura in base ai dati ceduti e alla quotidiana esperienza in Internet, che è quindi esclusiva ed ormai estremamente dettagliata. Ma il web permette anche a persone molto distanti, o molto diverse, di entrare in contatto grazie a un singolo interesse comune, si formano così community e forum.
Detto ciò, pensiamo a quanti circoli tematici possono esser nati negli ultimi vent’anni, parliamo ormai di vere e proprie sottoculture che dominano il mondo digitale.

Il marketing a questo punto deve scegliere, nel caos di centinaia di strumenti, canali e piattaforme, di una connessione globale immediata, di un mondo che ha tutto a disposizione di un click. Deve scegliere: non puoi essere su tutti i social, non puoi pubblicare a tutte le ore, non puoi usare tutti i device. Per questo si parla costantemente di strategia, e la strategia è sempre dominata dal contesto.

Il contesto viene studiato e ristudiato fino a quando non si comprendono regole e strutture. Il marketing moderno ha identificato la tipologia di clienti a cui un marchio di successo deve aspirare in questa età contemporanea. Ci si riferisce a tre categorie in particolare, che sono più inclini al dibattito online e alla condivisione dei pareri. Queste valgono per qualsiasi attività, e riuscire a conquistarle vuol dire godere dei vantaggi dei loro comportamenti.
Vediamole insieme e scopriamo il perché:

I giovani, trendsetter e innovatori

I ragazzi sono al centro del mirino di ogni marketer, quale madre non ha mai ripreso il figlio perché risucchiato dallo schermo dello smartphone? Sicuramente non sono vizi da incentivare, ma non possiamo esimerci dallo studiarli. 

I giovani sono i migliori trendsetter, innovatori rivoluzionari che decidono collettivamente le mode a venire. Il mercato non può sfuggire dal loro giudizio: sono critici influenti della produzione artistica popolare, dettano le regole su ogni forma di intrattenimento e sono i primi ad acquistare le tecnologie d’avanguardia.
E soprattutto sono la classe media del futuro, c’è ancora un po’ di tempo per compiere l’opera di fidelizzazione e dirigere il prossimo potere d’acquisto.

Le donne, un funnel a spirale

Possiamo ancora dire che, nella maggior parte delle famiglie italiane, le manager della casa siano ancora le donne, che gestiscono le varie spese di arredamento e lifestyle, di cucina e intrattenimento, preoccupandosi degli interessi di ogni membro.

Una responsabilità che richiede acquisti pensati in ogni loro aspetto. Le valutazioni delle compere femminili sono dette ‘a spirale’: più articolate del pensiero lineare che generalmente guida quelle maschili, più impulsive e sbrigative. Pare che le donne, considerate come bacino di clienti, tendano a valutare più fattori prima di prendere una decisione. Nell’analisi rientrano prezzo, funzionalità, sicurezza, durabilità, ma anche etica e sentimento. Questo impegno di tempo e di energie porta a sviluppare una maggiore fidelizzazione con i brand.

La fatica vale la pena di essere raccontata ad amici e parenti condividendo giudizi e consigli. Il mondo femminile è generalmente più predisposto a questo tipo di chiacchiera e allo stesso tempo dà maggior credito a pareri terzi per completare l’idea su un determinato marchio.
Le donne sono quindi un veicolo di informazioni che è bene tenersi stretto.

digital-moodmama-donna-telefono-caffe











I netizen, i cittadini del web

I netizen, cyber citizen, sono utenti che non si limitano a sfruttare strumenti e contenuti di Internet, ma che collaborano attivamente nello sviluppo dello stesso creando contenuti e fungendo da connettori sociali. 

Aprono canali e forum, lasciano voti e recensioni e partecipano alle discussioni online, spinti dal principio di democrazia e condivisione intrinseco della rete.

I netizen conquistati da un brand lo difenderanno condividendo la propria esperienza di cliente e offrendo al marchio pubblicità gratuita in gruppi e realtà dove non avrebbe pensato di arrivare.

Crescere in rete vuol dire trovare il modo giusto per stimolare il passaparola e gustare il risultato di un’operazione pubblicitaria gestita dal target stesso, con i costi contenuti della promozione digitale, a fronte di quella tradizionale.

Vorresti identificare meglio il tuo target e le possibilità che ti offre la promozione online?
Contatta MoodMama, ne parleremo insieme.

Gaia Canavesi

Condividi su

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

OK Leggi di più